Gratitudine che nasce da una privazione.
In questi due giorni tornare a sciare è stata una boccata di aria fresca.
Un segno di ritorno alla normalità.
Tornare a fare cose così belle, a contatto con la natura e con le persone che ami, dopo due anni mi ha reso felice e grato.
E di questo ringrazio questo periodo, aver capito che è necessario non dare per scontato nulla.
Sono grato per due giorni splendidi che in un attimo hanno spazzato via mesi difficili.
Spesso è necessario perdere qualcosa per capire quanto fosse importante. Io da ora in poi voglio apprezzare tutto mentre posso goderne e condividerlo, e credo che questo sia il modo per avere una vita felice.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.